il tempo delle mele

non mi sono mai piaciute le mele, neanche da bambina. non ho mai saputo tagliarle in quattro parti, togliere il torsolo e poi sbucciarle. non mi piace l’odore, troppo intenso, la consistenza, che ricorda quella di una patata cruda, e neanche la sensazione che danno sotto al palato. mi sembra di masticare carta. perché le patate in francese si chiamano “mele di terra”? un motivo ci sarà! sicuramente nel corso degli anni mi avrà influenzato tutto quell’immaginario culturale legato a questo frutto: adamo ed eva venivano cacciati dal paradiso terrestre, biancaneve moriva avvelenata, guglielmo tell rischiava di ammazzare suo figlio… e tutto questo per colpa di una mela rossa, mai renetta, mai golden, ma sempre rossa! e persino quel genio di isaac newton quella benedetta mela l’ha presa dritta in testa. per non parlare del povero paride… una mela dorata in cambio di una… guerra di 10 anni. ripeto, non mi sono mai piaciute le mele e prima di stamattina non mi sarei mai sognata di provare quelle mozzicate da altri. da oggi ho iniziato a usare il mac!

séverine

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...